Crea sito

Capua. Arrestato ex sindaco Antropoli per concorso esterno associazione Camorra

L’accusa è di concorso esterno in associazione mafiosa. Carmine Antropoli, più volte sindaco di Capua oggi svolge l’attività di medico all’ospedale Cardarelli.
Antropoli è accusato di avere condizionato le elezioni amministrative del 2016 nella cittadina casertana, utilizzando un affiliato dei Casalesi in qualità di picchiatore. Adesso l’ex sindaco di Capua rischia anche la sospensione dall’attività di medico. La richiesta arriva dal consigliere regionale Emilio Borrelli: “Una persona interessata da un’accusa così grave, appesantita dall’aggravante mafiosa, non può continuare ad operare in una struttura sanitaria pubblica. La sospensione è un atto dovuto. Auspichiamo che la magistratura faccia piena luce su una vicenda particolarmente inquietante che rappresenta un attentato alle normali dinamiche democratiche”. “Quanto emerso dalle investigazioni testimonia la forte influenza camorristica in alcune aree della Campania. Nonostante qualcuno tenti di nascondere la polvere sotto il tappeto la camorra continua a far paura. Occorre massima attenzione da parte di inquirenti e forze dell’ordine per contrastare duramente la malavita organizzata che, troppo spesso, strizza l’occhio ad una certa politica, arrivando ad inquinare anche l’apparato amministrativo”, conclude Borrelli.
Antropoli nell’episodio del “picchiatore” aveva appoggiato un altro candidato.
Adesso al vaglio degli inquirenti le eventuali agevolazioni che le amministrazioni capuane avrebbero prestato alla Camorra.