Crea sito

Castello di Cisterna. Arriva l’effige di Maria SS. dell’Arco da Sant’Anastasia

(ilMezzogiorno)  A Castello di Cisterna il pomeriggio di domenica 2 luglio, giorno della Madonna delle Grazie, è stato segnato dalla cerimonia di accoglienza della sacra effige di Maria SS. dell’Arco proveniente dal Santuario di Sant’Anastasia. Questo il messaggio del Parroco Don Franco Capasso ai fedeli: «Su richiesta dell’Associazione Battenti Caccia Luigi accogliamo l’effige della Madonna dell’Arco Pellegrina nella nostra Comunità Parrocchiale dal 2 luglio 2017. Carissimi, come Maria si affrettò verso la casa della cugina Elisabetta mettendosi al suo servizio (Luca 1, 39-56), così la sua presenza nella nostra Comunità Parrocchiale faccia rifiorire in noi la fede, la speranza il dono della carità e pacifichi i rapporti interfamiliari e dia un senso nuovo alla nostra vita di Comunità. Viviamo questo evento, Maria Pellegrina in mezzo a noi, come un dono del suo Figlio Gesù e come un atto d’amore e di servizio materno di Maria». Il Sindaco dott. Aniello Rega, si è dichiarato «in sintonia con il connubio Stato e Chiesa e come cattolici partecipiamo a questo importante incontro e tutti insieme riceviamo la benedicente Madonna dell’Arco in visita alla nostra gratificata Comunità». Alla Processione della Venerata Immagine, culminata con la Messa Solenne presso l’Abbazia di San Nicola di Bari, Patrono di Castello di Cisterna, hanno partecipato il Parroco di Castello di Cisterna, Don Franco Capasso, il Priore del Santuario di Madonna dell’Arco a Sant’Anastasia, Padre Alessio Romano, con Padre Tonino Giordano, il Sindaco, Dott. Aniello Rega, con il Vicesindaco Giuseppe Scotto, Assessore alla Pubblica Istruzione, Prof.ssa Maria Luigia Villano, Assessore alla Polizia Locale, Dott. Davide Nocerino, il Presidente del Consiglio Comunale, dott.ssa Concetta Esposito ed il Gonfalone Comunale. L’Arma dei Carabinieri era presente con i commilitoni della Stazione di Castello di Cisterna. Erano inoltre presenti le Suore Vittime Espiatrici, la Banda Musicale Orchestra di Fiati dei Fratelli Napolitano da Marigliano, il Delegato Battenti Madonna dell’Arco per la Diocesi di Nola, Vincenzo Provenzano di Pomigliano d’Arco ed il suo collaboratore, Brunato Domenico;

Un plauso va dato ai promotori di Castello di Cisterna, “Associazione Battenti di Via Mazzini”, con il coordinamento del Presidente, Nicola Caccia, che sono riusciti a richiamare la partecipazione di numerose rappresentanze delle Associazioni della Madonna dell’Arco distribuite per l’Agro Pomiglianese-Nolano- Vesuviano. La rilevazione delle partecipazioni a cura del sociologo Antonio Castaldo, invitato dagli organizzatori anche per produrre questo articolo giornalistico, ha dato colto le seguenti provenienze territoriali.  Alla locale Prima Squadra Battenti Gruppo Familiare Caccia Raffaele dal 1963 a Castello di Cisterna, si sono aggiunti, da Brusciano: Squadra Di Maiolo Felice, O’ Pallere, storica presenza di Casaromano; il Gruppo Famiglia Maritato-Di Maio; I fratelli Nicola e Giacomino Di Maiolo, quest’ultimo continuatore dell’opera del fondatore Domenico, autore della Cappella Devozionale M.SS. dell’Arco di Via Padula; da Casalnuovo: Gruppo Famiglia Santoro e Manna di Licignano; da Mariglianella: la perennemente unitaria rappresentanza dei Battenti guidata dal Presidente, Carlo Capasso; da Marigliano; Prima Squadra Associazione di Piazza Ten. Valentino; Squadra dei Battenti dei Fratelli Faicchia di Lausdomini; Squadra di Pontecitra, con il Presidente Paolo Monda; da Nola: Gruppo Conte Orsino; da Ottaviano: Associazione Battenti Via Ferrovia dello Stato; da Pomigliano d’Arco: Associazione D’Onofrio Biagio; Squadra Pacciano 1967; Squadra di Viale Alfa;Squadra di Via Vittorio Veneto con il delegato Caliendo Nicola; Gruppo del Parco Orsa Maggiore di Tavernanova; da Somma Vesuviana: Associazione di Via dei Gerani; Gruppo Famiglia Mocerino Andrea.
Sulla viabilità ed il controllo del percorso processionale hanno vigilato gli agenti di Polizia Municipale il cui Comandante è la dott.ssa Nunzia Esposito, con la collaborazione degli operatori componenti il Gruppo Protezione Civile Comunale guidato da Giuseppe Poci. La Madonna dell’Arco resterà a Castello di Cisterna fino a domenica prossima per fare poi ritorno al Santuario di Sant’Anastasia. Dopo un intenso programma di sette giorni di Venerazione della Madonna, di Messe per le famiglie, gli sportivi, gli ammalati, Messa presieduta dal Vescovo di Nola, Mons. Francesco Marino, mercoledì 5 luglio alle ore 19,00; giovedì sera canti tradizionali della fede con Pino Santoro e Luca Esposito; Veglia Mariana, venerdì sera e domenica il Saluto alla Vergine Maria.