Crea sito

BARI. La polizia cerca di allontanare un volontario per la vita dall’ospedale

(Caserta24ore)BARI Giovedi 26 aprile scorso al Policlinico di Bari, il volontario per la vita Gianluca Martone ha raccolto piu’ di 50 firme per la petizione Pro Vita,il guerriero della tridentina e della vita e discepolo del grande Mons. Marcel Lefebvre ha dovuto subire ingiuste opposizioni.Pur essendo in regola e pur non avendo bisogno dell’autorizzazione della questura per stare davanti all’ospedale a volantinare, in base all’art.21 del tulps, due guardie dell’ospedale, di cui una in borghese, e due poliziotti, come si puo’ vedere dalla foto, hanno cercato di mandarlo via in ogni modo. La sua risposta è stata: non mi spostero’ da qui neanche di un millimetro. Me ne andrò cadavere come i bambini innocenti ammazzati in quest’ospedale. Ha spiegato: “Dopo un’ora di pressione nei miei riguardi, mentre sgranavo il Santo Rosario ( ne ho detti 5 in latino), hanno desistito e se ne sono andati. Mi sono rivolto alla guardia e le ho detto: peccato non è riuscito ad allontanarmi. Ci rivedremo a maggio. Ecco cosa significa essere cattolici legati alla Fraternita’ San Pio X”. Il demonio, quindi, non ha scalfito il guerriero della tridentina e della vita.