Crea sito

Calvi Risorta – Cronoscalata, la premiazione rimandata al 24 aprile

Festina Lente(Caserta24ore) CALVI RISORTA – ROCCHETTA “II Comitato Organizzativo della III edizione della Cronoscalata Calvi Risorta – Rocchetta e Croce, si scusa con i partecipanti e gli accompagnatori per le problematiche sorte a seguito della mancata esposizione della classifica e lo svolgimento della premiazione finale, che si terrà in occasione della seconda prova del circuito scudetto campano scalatori”. Con questo breve comunicato l’organizzazione si scusa con i tantissimi ciclisti amatoriali che sabato scorso hanno invaso Calvi Risorta, Giano Vetusto e Rocchetta, per partecipare alla terza edizione della cronoscalata. Nonostante infatti, il grande impegno posto dall’associazione Veloclub Ventocontrario, guidata da Antonio Bonacci e Giuseppe Gallina, qualcosa non è andato per il verso giusto se i partecipanti hanno dovuto attendere le 20.30 di sera per sapere del rinvio della premiazione. Qualcuno sul sito Facebook dell’associazione Veloclub Ventocontrario lamenta problemi sulla mancata conoscenza del tempo impiegato e la gestione dei pacchi gara. Qualcun altro lamenta il tempo perso ad aspettare la classifica, qualcun altro di non essere proprio in classifica”. Ora il Comitato Organizzatore ha rinviato la premiazione finale al prossimo appuntamento che si terrà il 24 aprile prossimo, quando ci sarà la II randonné delle sorgenti di 200 chilometri, con partenza da Val d’assano. La III edizione della cronoscalata per cicloamatori Calvi Risorta – Rocchetta, prevedeva un percorso su strada in salita di circa 8,5 Km. La Cronoscalata è partita alle 16:00 e si è conclusa in serata attraverso un tracciato di epoca romana che da Calvi Risorta conduce a Giano Vetusto e da quest’ultimo a Rocchetta. Alla manifestazione per la premiazione c’erano anche gli alunni del Turistico di Sparanise in attesa di premiare i vincitori. Ora però il tutto è rinviamo a fine mese. A parte l’inconveniente, rimangono invariati i meriti dell’associazione Veloclub Ventocontrario che ha trasformato un’attività sportiva, come il ciclismo, in un complesso di attività di promozione del territorio. Il suo programma infatti offre l’opportunità di scoprire il nostro territorio, per apprezzarne tutti gli aspetti, da quello naturalistico a quello storico, da quello gastronomico a quello ecologico e sostenibile”. L’Agrocaleno e l’Alto Casertano rivendicano nel loro Dna l’orgoglio per la loro storia, la bellezza dei paesaggi, la bontà dei prodotti, la volontà e la capacità di fare impresa e di guardare al futuro nel rispetto degli equilibri e dei valori paesistici e ambientali che oggi possono rappresentare una risorsa per lo sviluppo. Il dovere di tutti, anche della scuola, è quello di valorizzare queste risorse e diffondere le potenzialità di un bene storico, paesaggistico o naturale.