Crea sito

CASERTA Mario Romanelli, Vi voglio dare una notizia bellissima: Laura non ha più abortito

(Mario Romanelli) CASERTA Voglio dare una bellissima notizia, non me la posso tenere solo per me. Dopo 40 anni di 194 ed il referendum irlandese, diffonderla rinfranca gli animi e da tanta speranza. Avrei voluto raccontarla il 31 maggio u.s., Festa della Visitazione di Maria Santissima, per ringraziare la nostra Mamma celeste e spingere ad avere fiducia in lei, ma non mi è stato possibile, lo faccio oggi, primo sabato del mese, giorno consacrato al Cuore Immacolato di Maria. Di certo la salvezza di questo bimbo si deve alla Madonna, invocata con il rosario dalla mamma, contrarissima all’aborto della figlia. Aveva perso ogni speranza quando la figlia s’era diretta verso la sala operatoria, dove avrebbe abortito da lì a poco. Gli ho detto che qualcuna cambia idea all’ultimo momento, l’ha chiamata allora al cellulare, ma era spento. Non si è, però, arresa, ha preso la corona del rosario e s’è messa a pregare con grande fervore. Quando, dopo un po’ di tempo, ho visto attraverso la vetrina di un bar, la figlia, che si mangiava un cornetto, non credevo ai miei occhi, mi sono tremate le ginocchia fino quasi a stramazzare e ho guardato con più attenzione per accertarmi che fosse proprio lei. M’è esplosa allora nel cuore una gioia incontenibile. Confesso che quando la mamma ha cacciato fuori il rosario, pur approvando ed esortandola a pregare, sono stato sfiorato dallo scetticismo: tante volte volte anch’io ho pregato con intensità per qualche ragazza, che poi comunque ha abortito, anche se non sono mancati salvataggi, quasi, anzi, prodigiosi, in cui era manifesto l’intervento della Madonna. Ora non so se gioire di più per questo bimbo, che s’è salvato o perché c’è stata la conferma che la Madonna, l’onnipotente per grazia, ci è vicina e lotta con noi, per cui il trionfo della cultura della vita su quella della morte comunque ci sarà e non tarderà, nonostante che tutto sembri indicare il contrario.