Crea sito

Brusciano verso la 142esima Festa dei Gigli in Onore di Sant’Antonio di Padova.

(IlMezzogiorno) Brusciano verso la 142esima Festa dei Gigli in Onore di Sant’Antonio di Padova. Il Sindaco Giosy Romano su FB posta “Il Nostro orgoglio” e per lo sviluppo territoriale da Presidente lancia a Roma la Confederazione CISE.
(Scritto da Antonio Castaldo)“Il Nostro Orgoglio”, si intitola così il video, nella riuscita operazione di marketing territoriale, che racchiude in estrema sintesi, storia e cultura, popolo e istituzioni, religione e folclore, simboli e valori di Brusciano. Il seducente intenso minuto audiovisivo è stato postato dal Sindaco di Brusciano, Avvocato Giosy Romano, sulla sua Pagina Facebook https://it-it.facebook.com/giosyromanosindaco2013/videos/1426641737454537/ “Con questo video, curato dall’Agenzia Publipeas, -ha dichiarato il Primo Cittadino- intendiamo far sapere al mondo quanto una terra semplice, come la nostra, sia ricca di grandi risorse, umane in primo luogo. E vogliamo anche promuovere la nostra Festa dei Gigli, in cui fede e folklore si intrecciano e che quest’anno è carica di una missione solidaristica quella del sostegno, in sintonia con la Chiesa, alla realizzazione a Brusciano del dormitorio, un luogo di accoglienza e protezione per i più bisognosi”.E’ bastato questo debutto promozionale social nel week end per registrare decine di migliaia di navigatori del web che hanno gettato l’ancora in questa insenatura virtuale bruscianese per un utile refrigerio nella caldissima estate e aggiornare programmi per le loro vacanze agostane. Infatti dopo questo affaccio mediatico si prevede che saranno in tanti a raggiungere la cittadina di Guido De Ruggiero e della Festa dei Gigli Antoniani, nella settimana intorno all’ultima domenica di agosto, il giorno 27, quando a svettare in processione per il centro storico di Brusciano ci saranno i programmati 5 obelischi: Giglio Croce Passo Veloce; Giglio Gioventù; Giglio Ortolano; Giglio Passo Veloce e Giglio Sant’Antonio Comitato Commercianti.

All’indomani del Sessantesimo Anniversario della Legge n. 634 del 29 luglio 1957, “Provvedimenti per il Mezzogiorno”, che con l’articolo 21 tracciava la via per la creazione dei Consorzi ASI è giusto ricordare recenti evoluzioni in questo panorama di possibile sviluppo innescate dal Presidente ASI di Napoli, Avvocato Giosy Romano, che con altri soci fondatori  ha fatto nascere a marzo scorso la “Confederazione Italiana per lo Sviluppo Economico”.Questi sono i soggetti costituenti dell’associazione:  Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale della provincia di Napoli (ASI); Consorzio per lo Sviluppo Industriale del Sud Pontino (COSIND);  Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale di Caserta (ASI); con l’affiancamento dell’Eurispes e dell’Universitas Mercatorum.
I primi e già sicuri passi sono stati compiuti nell’ambito del “Med Festival Experience” svolto a Gaeta, Salone Nautico dal 22 Aprile al 1° Maggio, 240mila presenze registrate, dove è stato sottoscritto un accordo con la Camera di Commercio di Malta per similari iniziative su quell’isola; mentre a Roma è stata effettuata la presentazione ufficiale della Confederazione CISE, martedì 25 luglio, presso il Palazzo dei Gruppi Parlamentari in Via campo di Marzio.Sono intervenuti: Eugenio Occorsio, giornalista; Simone Baldelli, Vice Presidente della Camera dei Deputati; Raffaella Pignetti, Presidente del Consorzio ASI di Caserta; Salvatore Forte, Presidente del Consorzio ASI Sudpontino; Danilo Iervolino, Presidente dell’Universitas Mercatorum; Giuseppe Coco, Coordinatore dei Consiglieri del Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno; Gian Maria Fara, Presidente dell’Eurispes; Nicola Graziano, Presidente del Comitato Scientifico del CISE; Valentina D’Urso, Referente del programma P.O.N. Legalità del Ministero dell’Interno; il Professore Federico Pirro ed il Presidente del CISE, Giuseppe Romano. Fra i presenti vi era anche il Sindaco di Mariglianella, Felice Di Maiolo, che ha rapporti di amicizia e reciproca stima con il Sindaco di Brusciano, Giosy Romano.Qui l’umile e ambizioso Presidente Romano, invocante lucida follia creativa, (Copyright Steve Jobs, Stanford 2005 “Stay hungry Stay foolish”) ha lasciato il segno nell’ampio uditorio di professionisti, parlamentari, rappresentanti di Enti e Autorità civili e militari, iniziando così il suo intervento, in nome e per con conto della CISE, nata da un manipolo di sognatori, infoltitosi con un drappello di fiduciosi, destinato a diventare un esercito al servizio dello sviluppo di Napoli, del Mezzogiorno e dell’Italia: “Siamo in un momento storico per questo Paese. Occorrono infrastrutture, soprattutto immateriali, norme precise, inattaccabili,-ha affermato il Presidente Romano- che promanano da un potere legislativo competente, che non si prestino né a distorsioni del sistema, né ad interpretazioni soggettive. Solo così riusciamo a determinare meccanismi di sviluppo forieri di risultati assolutamente eccezionali”.Poi la lanciato lo slogan: “Non c’è logistica senza industria, non si può pensare di sviluppare la logistica se manca ciò che la logistica la determina, cioè l’industria”.Ha quindi precisato che la Confederazione CISE non vuole essere “un’associazione di mutuo soccorso per gli enti che aderiscono alla stessa. Al contrario l’ Associazione vuole essere trainante per certi versi ma avulsa dai singoli componenti vuole determinare quello sviluppo economico necessario per il Paese in modo determinato, passionale ed entusiastico che un po’ ci deriva dal nostro essere in particolare soci fondatori tutti meridionali”.Ed ha segnalato fra i soci “il primario istituto ricerca Eurispes in grado di analizzare la realtà del nostro Paese per determinare i campi da coltivare, perciò la presenza di università di spiccato senso manageriale compartecipato dall’Unioncamere di individuazione formazione delle personalità che possono occupare quei campi da coltivare perciò l’ accompagnamento dei Consorzi ASI consorzi che sono primarie attori nello sviluppo industriale di questo Paese”.Comunque per chi è interessato, il convegno  è riportato integralmente da Radio Radicale all’indirizzo web https://www.radioradicale.it/scheda/515598/presentazione-ufficiale-della-confederazione-italiana-per-lo-sviluppo-economico-cise .“Si tratta di una notevole progressione -ha osservato il sociologo e giornalista Antonio Castaldo- rispetto al primo convegno su “Sviluppo e Territorio” tenuto a Brusciano dallo stesso Avvocato Giosy Romano, il 14 dicembre 2012, come viatico per la sua elezione a Sindaco di Brusciano nella Primavera del 2013. Lo stesso territorio ora confida nel successo della Confederazione CISE per i benefici generali che ne posso derivare. Per questo, ai soci fondatori e al Presidente vanno dunque l’incoraggiamento e l’augurio di Buon Lavoro”.In effetti questo lavoro riscontra già buoni risultati e alti riconoscimenti. La Confederazione Cise è stata individuata come soggetto attuatore del Pon-Legalità (Programma Operativo Nazionale) 2014-2020, delle cinque regioni meridionali Campania, Calabria, Puglia, Basilicata e Sicilia. “In breve tempo, grazie al protocollo d’intesa con il Ministero degli Interni -ha affermato il Presidente Giosy Romano- ci stiamo già attivando per gestire un primo finanziamento da destinare alla realizzazione di un sofisticato sistema di video-sorveglianza per gli agglomerati urbani di Napoli e Caserta”. I finanziamenti per progetti su ambiente e sicurezza nei territori nazionali, in particolare nel meridione d’Italia ammontano a circa 98 milioni di euro. Il fermento di questi ultimi mesi alimentato dalla Confederazione CISE lascia ben sperare nell’esito positivo della nuova sfida, con un’anima bruscianese, lanciata sul fronte dello sviluppo e della crescita di Napoli, della Campania, del Mezzogiorno e dell’Italia.