Crea sito

Caserta. “Israele, mito e realtà” di Michele Giorgio e Chiara Cruciati

(Caserta24ore) CASERTA Esattamente ad un anno dal successo della presentazione del precedente lavoro e dopo le prime tappe a Roma e Genova, mercoledì 6 maggio alle 18.30, Michele Giorgio sarà nuovamente presso la libreria Feltrinelli di Caserta ancora una volta per incontrare i suoi lettori e discutere dell’ultimo libro “Israele, mito e realtà” anche questo realizzato in collaborazione con Chiara Cruciati. A moderare sarà anche quest’anno Francesco Romanetti, napoletano, giornalista e scrittore, ex caporedattore de Il Mattino e, in precedenza, per oltre venti anni, caposervizio esteri. Il libro analizza il movimento sionista e la Nakba palestinese settant’anni dopo la creazione dello stato di Israele. La copertina del volume recita: Poche volte nella storia del XX e del XXI secolo due nomi hanno suscitato tante passioni, adesioni, critiche, difese aprioristiche come Israele e Palestina.
Accanto a chi vede nell’impresa sionista, cominciata non settanta, ma più di cento anni fa, l’appassionante e suggestivo compimento dell’idea di una patria in Palestina -la biblica Eretz Israel- per il popolo ebraico dopo secoli di persecuzioni in Europa e l’Olocausto, c’è chi ascolta e riporta la voce dei palestinesi che pagarono, e pagano ancora oggi, la realizzazione di quel progetto con milioni di profughi, l’occupazione militare, la privazione della libertà come popolo. Michele Giorgio, 56 anni, casertano, è il corrispondente del quotidiano il Manifesto da Gerusalemme, dove vive e lavora da una ventina di anni. Per il suo giornale è stato inviato in Libano, Siria, Egitto, Libia, in altri Paesi del Medio Oriente e in Asia centrale. Nel 2012 ha pubblicato, per la Casa editrice Alegre “Nel Baratro”, sul conflitto israelo-palestinese. Sempre per Alegre, nel 2017, insieme a Chiara Cruciati, ha pubblicato “Cinquant’anni dopo”.